I 3 borghi nella roccia più suggestivi della Tuscia


Sono molti i borghi della Tuscia che si ergono su speroni di roccia e si affacciano su vallate verdi, ma ce ne sono tre in particolare che conquistano i visitatori per il loro fascino antico, la loro storia e l’alone di mistero che aleggia attorno a loro.

Pensate che sono stati selezionati anche da Skyscanner, che li ha raggruppati assieme ad altri 17 bellissimi borghi italiani incastonati nella roccia.

Il tufo è uno dei tanti elementi naturali che caratterizzano la Tuscia, su cui sono stati costruiti molti borghi, ma anche il peperino è una pietra tipica della zona.

In questo articolo vi porto con me alla scoperta dei tre borghi arroccati sulla roccia più belli della Tuscia, due sul tufo e uno sul peperino. 

 

Civita di Bagnoregio

Sospesa a metà fra cielo e terra, Civita di Bagnoregio è un agglomerato di poche casette accoccolate su una roccia tufacea, circondata dalla suggestiva Valle dei Calanchi

È nota come ‘la città che muore’ a causa dell’erosione cui è sottoposta la roccia su cui si erge e degli agenti atmosferici che la espongono al rischio di crollo di porzioni del borgo. 

È uno dei borghi più belli d’Italia e candidata per diventare patrimonio dell’umanità UNESCO

Si giunge al borgo percorrendo il ‘ponte a sonagli’, una passerella pedonale dove sono state installate scope di bambù con la saggina rivolta verso l’alto, decorate con campanellini che suonano sospinti dal vento, dando vita a un canto spontaneo, dolce, delicato. 

Spendete in questo luogo magico una giornata e fatevi conquistare dai suoi deliziosi scorci, costituiti da casette basse di tufo con le pareti rivestite di edera.

 

Eventi importanti: Presepe Vivente

 

Civita di Bagnoregio

 

Civita di Bagnoregio

 

scorcio Civita di Bagnoregio

 

Calcata

Il borgo di Calcata Vecchia è incastonato su uno sperone tufaceo che domina la verde Valle del Treja

Calcata ha una storia molto interessante. Nel 1935 il borgo fu abbandonato dai suoi abitanti, in seguito a un decreto che ne sanciva la poca sicurezza. Fu costruita una nuova Calcata a valle.

Negli anni ’60, un gruppo di artisti e hippies, s’insediarono nel borgo, donandogli nuova vita. Oggi qui è possibile trovare botteghe di artigianato, studi d’arte e boutique. È infatti stato soprannominato il borgo degli hippies.

Il paesino si gira in pochissimi minuti, ma è uno di quei luoghi da gustarsi con calma, mettendosi a caccia di quei piccoli dettagli che rendono unici questi posti.

Il centro è un dedalo di viuzze e corridoi di tufo che conducono a piccole terrazze con romantici affacci sull’ampia vallata. Porticine vecchie, graffiate dal tempo e gatti sornioni – che scivolano per i vicoli – sono i protagonisti del luogo.

 

Eventi importanti: Halloween

 

Calcata

 

Calcata

 

Calcata

 

Calcata

 

Vitorchiano

A pochi chilometri da Viterbo, troviamo questo grazioso borgo. Anch’esso arroccato su un banco roccioso di origine vulcanica, che si affaccia a strapiombo su una rigogliosa vallata erbosa, la Valle del Vezza

Il suo centro storico, in stile medievale, è perfettamente conservato e costruito utilizzando la pietra tipica del viterbese, il peperino.

Il borgo è racchiuso da una cinta muraria pressoché intatta e i vicoli sono caratterizzati da deliziosi scorci, dove piante e vasi di fiori adornano portoni e davanzali. Luogo ideale per fare una passeggiata e perdersi in altri tempi.

 

Eventi importanti: Peperino in fiore, Notte Rosa.

 

vicoli Vitorchiano

 

Vitorchiano

 

Vitorchiano

 

Vitorchiano

 

Voi conoscete già questi borghi? Quale vi è piaciuto di più?

 

 

 

 

 

Il borgo nell’immagine in evidenza è Vitorchiano


Ti è stato utile questo articolo? Fammelo sapere nei commenti 

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Borgo di Bolsena
7 spunti per un weekend di relax a Bolsena
June 09, 2017
San Pellegrino in fiore
San Pellegrino in Fiore (video)
May 11, 2017
terme dei Papi
Relax nella Tuscia: tutte le terme di Viterbo
May 02, 2017
ragazza a San Pellegrino a Viterbo
Caffeina Christmas Village: la magia del Natale a Viterbo
December 13, 2016
caldarroste offerte alle feste della castagna della Tuscia
Le feste della castagna della Tuscia: gli eventi da non perdere
September 16, 2016
tour-della-tuscia
Tour della Tuscia, fra turismo rurale e natura
July 15, 2016
Vallerano incantata
Vallerano Incantata: la magia del Natale nella Tuscia
January 02, 2016
visitare Montefiascone
Gita a Montefiascone: cosa vedere nel paese del vino
December 21, 2015
crepuscolo
Faggeta del Cimino: profumi d’autunno
October 20, 2015

6 Comments

Pietrolley
Reply giugno 16, 2017

Dovrebbero metterla patrimonio unesco, è una meraviglia Civita! Cosa aspettano? Mi piace moltissimo!

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply giugno 21, 2017

    Hai ragione! Spero accada presto :)

iltuopostonelmondo
Reply giugno 22, 2017

Le prime due ho avuto il piacere di visitarle grazie ai tuoi consigli e ne sono rimasta affascinata, adesso sto preparando la rotta per il terzo borgo! Grazie Eli :*

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply giugno 22, 2017

    Sono sicura che ti piacerà anche quest'ultimo :)
    Un abbraccio :-*

Domenico
Reply luglio 11, 2017

Da viterbese mi sento di segnalare anche il borgo di Bomarzo (castello Orsini) piccolo ma conservato in modo stupendo e quello di Barbarano Romano sapientemente ristrutturato. Molto suggestiva anche quello di Capranica con il borgo rinascimentale dominato dal Castello degli Angullara.

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply settembre 14, 2017

    Perdona Domenico per il ritardo. Non mi ero accorta del tuo commento.
    Ti ringrazio per le preziose segnalazioni. Sono stata sempre di passaggio a Bomarzo e non conosco affatto Barbarano Romano. Devo rimediare presto. Grazie!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *