Decalogo dell’ecoturista: 10 regole per essere un turista responsabile!


Estate: tempo di vacanze, di giornate da spendere all’aria aperta e a contatto con la natura.

Sapete ormai quanto mi piaccia viaggiare, ma non finirò mai di ripetere che questo fenomeno non deve accadere a discapito dell’ambiente.

Se non abbiamo ancora compreso l’importanza delle cose che ci circondano e se non diamo loro il giusto valore, vuol dire che non abbiamo capito granché.

Ecco perché ho deciso di scrivere un nuovo articolo per la sezione del mio blog “Sostenibilità” . Lo scopo è sensibilizzare tutti i viaggiatori ed educarli a una vacanza ecologica e rispettosa del nostro pianeta.

Di seguito ho stilato un vademecum comprensivo di 10 importanti regole per realizzare una vacanza verde.

 

Il decalogo dell’eco-turista: tutto quello che dovete ricordare prima della partenza

 

1) Raccogliete informazioni sui luoghi che visiterete:

Considerate la sostenibilità ecologica e sociale della meta che sceglierete per il vostro prossimo viaggio. In secondo luogo, informatevi sugli usi e i costumi e rispettateli una volta sul posto; fate anche delle ricerche relative ai Parchi Nazionali o alle Oasi del WWF da visitare. Con il costo del biglietto contribuirete alla protezione permanente di queste aree protette.

 

2) Ricercate strutture eco-friendly:

Bisogna sempre valutare con accuratezza le strutture dove alloggiare e favorire quelle integrate in un contesto naturale, che favoriscono lo sviluppo della popolazione locale e quelle impegnate nella riduzione dell’impatto ambientale attraverso l’utilizzo di energie alternative.

In questo articolo vi consiglio diversi siti per valutare i livelli di ecosostenibilità delle strutture.

 

3) Optate per mezzi di trasporti ecologici:

Tra le prime regole da osservare per realizzare una vacanza green, c’è quella di evitare i mezzi di trasporto più inquinanti, ovvero l’aereo, che ha dato un significativo contributo al cambiamento climatico. Pensate che il suo impatto è 10 volte superiore a quello di un viaggio in treno.

Nel caso in cui non fosse possibile rinunciare a questo mezzo (e spesso neanche io ci riesco), sappiate che esistono delle compagnie aeree che attuano delle politiche eco-friendly.

Il treno è il mezzo di trasporto più ecologico, in alternativa ci sono diversi servizi di car-sharing.

I modi migliori che preferisco per spostarmi sono in bicicletta e a piedi.

Di seguito vi segnalo tre articoli in cui racconto degli itinerari in bicicletta:

 

Hangzhou: itinerario verde intorno al lago

A caccia di mulini a vento: gita in bici fra Bruges e Damme

Weekend a Parma: arte, storia e leggende

 

4) Scegliete cibo locale e ‘OGM free’:

La scelta di cibo a chilometro zero implica minori spostamenti della merce su mezzi di trasporto e ciò si traduce in un risparmio in termini di inquinamento. Prediligete ristoranti e strutture con prodotti biologici.

 

5) Riducete i rifiuti e ricordate di smaltirli:

È buona norma cercare di ridurre la quantità dei rifiuti. Le bottigliette d’acqua dovrebbero essere sostituite da borracce da portare con sé e da ricaricare durante la giornata. In campeggio sono da evitare stoviglie di plastica usa-e-getta e optare per quelle lavabili. 

Ricordatevi di portare sempre un sacchetto dove raccogliere i vostri rifiuti (non abbandonateli in spiaggia, per strada o nei boschi) e se fumate, non lasciate a terra il filtro della sigaretta perché non è biodegradabile.

 

6) Non acquistate specie a rischio o souvenir con parti di animali:

In molti Paesi esotici, viene venduta ai turisti una vasta gamma di prodotti realizzati con parti di animali: corallo, tartarughe, coccodrilli, serpenti, elefanti. È assolutamente importante ricordare che il loro utilizzo è una grave minaccia alla biodiversità del pianeta. Bisogna perciò disincentivare il commercio di queste prodotti.

 

7) Rispettate la natura e gli animali:

Per essere dei veri eco-turisti, prima di entrare in un parco, leggete attentamente il regolamento, ricordatevi di non disturbare gli animali durante le escursioni con rumori molesti, quindi non rincorreteli, non strillate e non accendete fuochi. Lasciate meno tracce possibili del vostro passaggio e non sporcate i corsi d’acqua.

 

8) Whalewatching: 

Per le vostre escursioni, scegliete sempre operatori specialistici sul posto, che sappiano come avvistare un branco senza disturbarlo e arrecargli danno.

 

9) Non usate prodotti chimici:

Scegliete anti-zanzare ecologici e solari bio senza parabeni, non solo perché naturali, ma perché tutte le creme a base di ingredienti chimici rischiano di danneggiare seriamente l’ecosistema marino. 

Evitate articoli da mare in Pvc, quali ciabatte, materassini, borse da spiaggia, palle ecc. Perché? Nel ciclo di produzione del Pvc viene emessa diossina e quindi durante il loro utilizzo possono essere liberate sostanze chimiche dannose.

 

10) Non portate a casa conchiglie e sabbia e non toccate le stelle marine:

Spesso non ci ricordiamo che le conchiglie sono rifugi di insetti di mare e granchi, per questa ragione bisogna lasciarle sull’arenile e non portarle a casa come souvenir. 

Non raccogliete la sabbia nelle bottigliette, questo per evitare la depredazione delle spiagge.

Non toccate le stelle marine perché rischiate di mettere a repentaglio la loro vita e ricordatevi anche che non vanno assolutamente estratte dall’acqua.

 

Questo è il mio decalogo per essere un eco-turista. Avete qualche altro suggerimento da aggiungere a questa lista?

 

 

 

 

 


Ti è piaciuto questo articolo? Fammelo sapere con un commento! 

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

YOU MIGHT ALSO LIKE

valigia sostenibile
Come preparare una valigia sostenibile: ecco cosa portare in viaggio!
June 21, 2017
ragazza seduta sul letto in hotel
Turismo sostenibile: 10 cose da sapere per scegliere una struttura green
June 13, 2017
farfalla su fiore
Vacanza solidale all’insegna del baratto
April 04, 2017
monti reatini
Risorse per viaggiare in modo sostenibile
September 20, 2016
viaggi antistress nella natura
Viaggi antistress. Ecco come rigenerarsi con l’eco-terapia.
March 04, 2016
viaggiare-in-modo-ecologico
Come viaggiare in modo ecologico e (quasi) gratis  
November 27, 2015

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *