Le giornate della castagna di Canepina


Arroccato sul versante meridionale del Monte Cimino e, incastonato fra i castagneti che ammantano le colline, si trova Canepina, un altro paesino della Tuscia in cui si celebrano le giornate della castagna.

Appena si entra nel paese, si viene accolti dai profumi tipici di legna bruciata, di caldarroste, di autunno inoltrato e dell’irresistibile pizza fritta.

I marciapiedi sono ricoperti di fogliame e ricci di castagne, per avvolgerti in una suggestiva cornice autunnale.

Ci si inerpica su per le viuzze, strette fra casette con l’intonaco delle facciate che viene via, – lavato dagli agenti atmosferici, – e le vecchie palazzine con tufo a vista. I panni stesi sui fili fra una casa e l’altra, a imprimere sulle stoffe l’odore del fumo che si solleva dai comignoli.

Questa è l’immagine che ho impressa nella mente quando penso a questo paesino.

Canepina immerso nei castagneti

Canepina abitazioni

scorcio Canepina

scorcio di Canepina

L’evento si caratterizza per la sua genuinità. Per l’occasione vengono aperte le antiche cantine e, all’entrata di ciascuna di esse, troverete banchetti con cestini di vimini colmi di prodotti tipici, tutto rigorosamente fatto in casa, preparato dalle abili massaie canepinesi e lo si capisce anche dalle confezioni: semplici, senza grafica o design, gli ingredienti sono scritti a penna su sobrie etichette di carta bianca.

I vicoli del paese si snodano fra le casette e sono ricchi di bancarelle con prodotti artigianali, ma non mancano anche gli stand delle aziende agricole del viterbese con i loro prodotti: miele, marmellate, ciambelline, biscotti, dolci alla farina di castagne, frutta secca, composte di tutti i tipi ecc.

caldarroste

bancarella con cesti colorati

IMG_2842

Un’immersione nei sapori autentici di questo territorio.

Io ho assaggiato un ottimo miele aromatizzato alla cannella, una delle mie spezie preferite.

I miei occhi si sono riempiti di colori, quelli delle bancarelle, a cui adoro scattare foto.

biscotti fatti in casa

stand con frutta secca

bancarella con marmellate

Tra uno scatto e l’altro, sono incappata nello stand dell’associazione culturale Torte Artistiche. Irene mi ha accolta con entusiasmo e mi ha fatto assaggiare una marmellata di limoni da accompagnare con i formaggi. Si sentiva il sapore vivido delle scorzette.

Mi ha poi offerto un bicchiere di ippocrasso, un vino speziato medievale. Ho mandato giù il primo sorso con un po’ di diffidenza, perché, ahimè, il mio palato non gradisce i vini rossi. Questa bevanda, mi ha spiegato Irene, è preparata con cannella, chiodi di garofano e miele, seguendo appunto un’antica ricetta medievale.  Il suo sapore, infatti, ricorda quello del vin brulé ma la differenza è che va bevuto freddo. Si sposa bene con il sapore delle ciambelline e dei biscotti. Insomma, ho finalmente trovato un vino a cui non dirò mai di no.

stand torte artistiche

composte di verdure

stand con torta

Verso le 17, secondo il programma dell’evento, la proloco del comune ha iniziato a distribuire cartocci caldi di caldarroste. E via a mangiare di nuovo. Quanto mi piacciono queste feste? Sono di buona forchetta, anche se non si direbbe.

cesto con caldarroste

padella per cuocere caldarroste

cartoccio di caldarroste

pausa caldarroste

Le giornate della castagna sono in programma fino al 31 ottobre, ogni sabato e domenica. Presso le cantine potrete abbandonarvi ai sapori della tradizione culinaria del paese con prodotti tipici e di stagione, tutto a km 0

Se vi trovate nei paraggi, affrettatevi e non perdetevi questa meravigliosa occasione, che evoca le autentiche tradizioni popolari. 

E nelle vostre regioni che sagre tipiche ci sono? 

 

 

 


Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti mi piace 🙂

E condividilo con i tuoi amici!

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

5 Comments

theSwingingMom
Reply ottobre 23, 2015

la mia infanzia *_*

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply ottobre 23, 2015

    Sono contenta di avertela fatta rievocare :-D

Daniela
Reply novembre 12, 2015

Complimenti Eliana...mi piace molto quello che fai..

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply novembre 18, 2015

    Ciao Daniela, scusami per il ritardo nel risponderti, ma sono appena rientrata da un viaggio all'estero. Ti ringrazio molto per il tuo bel commento. È di incoraggiamento per me :)

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *