Turismo sostenibile: 10 cose da sapere per scegliere una struttura green


Scegliere di soggiornare in una struttura green permette di ridurre l’enorme impatto negativo che hanno le strutture alberghiere sull’ambiente, perché non dimentichiamo che il turismo ha un grosso impatto economico e socio-ambientale sul territorio.

 

Ecco perché è importante favorire strutture eco-friendly che aderiscano a criteri di ecosostenibilità e che siano orientate al risparmio energetico e idrico.

 

Queste realtà ricettive, infatti, impiegano risorse energetiche e ambientali in modo responsabile e le gestiscono in maniera consapevole e si dotano di una certificazione di ecosostenibilità: le più importanti sono Ecolabel e la certificazione Legambiente.

 

In occasione della Giornata della Terra, celebrata il 22 aprile, Booking.com ha presentato il suo ultimo report sul turismo sostenibile a livello globale e ha svelato i trend per la stagione estiva 2017.

 

Quest’anno ben il 78% dei viaggiatori italiani potrebbe essere interessato a soggiornare in un alloggio eco-friendly, contro il 30% dello scorso anno.

 

Non a caso il 2017 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite “Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo”, mettendo in evidenza un crescente interesse da parte delle strutture alle problematiche relative all’ambiente e sembra che sempre più italiani siano orientati alla scelta di mete e strutture ecocompatibili.

In questo articolo vi spiego tutto quello che dovete sapere prima di scegliere una struttura green.
 

Cosa rende una struttura green?

Ecco tutti gli aspetti che vi consiglio di tenere in considerazione prima di effettuare la vostra scelta:

 

1) Rifiuti

La struttura dovrebbe adottare strategie per il riciclaggio, la raccolta differenziata e, ove possibile, il compostaggio in loco; selezionare forniture di kit cortesia con basso contenuto di imballo o, al posto dei flaconi mono-dose, shampoo e bagnoschiuma in dispenser che vengono ricaricati di volta in volta (evitando l’eccessiva produzione di rifiuti). Gli hotel più all’avanguardia mettono a disposizione dei propri clienti delle borracce da restituire la sera, questo per disincentivare l’utilizzo di bottiglie di plastica.

 

2) Acqua

La struttura dovrebbe far uso di riduttori di flusso a tutti i rubinetti e altre tecnologie per il risparmio idrico, come la raccolta di acqua piovana in una cisterna e il recupero delle acque reflue. Quest’ultimo metodo viene applicato dal Mosaic Hotel di Praga, che riutilizza le acque delle docce e dei rubinetti per lo scarico delle toilet.

Le strutture invitano i propri clienti all’uso responsabile dell’acqua e a non richiedere il cambio degli asciugamani e delle lenzuola, se non strettamente necessario.

 

3) Sistemi di risparmio energetico

La struttura possiede lampadine, elettrodomestici e caldaie a basso consumo; sistemi di efficienza e risparmio energetico, come la tessera magnetica che disattiva l’elettricità in camera quando si esce.

 

4) Produzione di energia da fonte alternative

La struttura si approvvigiona di energia tramite impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, impianti solari termici per la produzione di acqua sanitaria calda e riscaldamento.

 

5) Materiali ecosostenibili

Scelta di materiali e arredi eco-compatibili certificati.

 

6) Trasporti

Viene incentivato il trasporto collettivo pubblico e quello privato è realizzato con navette elettriche o ibride, come nel caso dell’eco-hotel di lusso Hotel Fouquet’s Barrière di Parigi; disponibilità di biciclette e/o mountain bike ai clienti per brevi spostamenti.

 

7) Alimentazione

Le strutture offrono alla propria clientela prodotti esclusivamente a km zero, ricette realizzate con prodotti tipici locali  e provenienti da agricoltura biologica o a lotta integrata. Viene quindi fatta promozione della gastronomia del territorio.

 

8) Bio-edilizia

Integrazione delle strutture con il paesaggio, evitando abusivismi edilizi ed edifici che deturpano le bellezze naturali.

 

9)  Biopiscine

Le piscine sono realizzate con materiali strutturali poco invasivi e utilizzano sistemi di filtraggio e purificazione dell’acqua interamente naturali.

 

10) Informazioni

Agli ospiti vengono fornite una serie di informazioni e soluzioni green per le proprie vacanze, invogliandoli a tenere comportamenti ecosostenibili.

 

Fatemi sapere se valutate altri punti per scegliere una struttura green.

In questo articolo vi suggerisco i siti dove cercare strutture green per la vostra vacanza sostenibile.

 

 

 

 


Ti è piaciuto questo articolo? Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti! 

 

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

YOU MIGHT ALSO LIKE

ecoturisti in canoa
Decalogo dell’ecoturista: 10 regole per essere un turista responsabile!
July 05, 2017
farfalla su fiore
Vacanza solidale all’insegna del baratto
April 04, 2017
monti reatini
Risorse per viaggiare in modo sostenibile
September 20, 2016
viaggi antistress nella natura
Viaggi antistress. Ecco come rigenerarsi con l’eco-terapia.
March 04, 2016
viaggiare-in-modo-ecologico
Come viaggiare in modo ecologico e (quasi) gratis  
November 27, 2015

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *