Vacanza all’isola d’Elba: mare ed esplorazioni


Una vacanza all’isola d’Elba è acque cristalline, paesaggi selvaggi, massicci granitici che si affacciano sul mare, promontori rivestiti di macchia mediterranea.

Un’isola investita di profumi, accarezzata dallo scirocco, un luogo ancora autentico e protetto dai propri abitanti, un’oasi di pace e relax.

Strategicamente situata a un’ora di navigazione dalla terraferma, si affaccia sull’Argentario e costituisce – assieme all’isola del Giglio, Giannutri, Pianosa, Capraia, Gorgona e Montecristo – l’arcipelago Toscano. Fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e, con i suoi variegati paesaggi e morfologia del territorio, è in grado di soddisfare tutti i gusti di visitatori curiosi, che però non rinunciano al piacere di una vacanza nella natura.

Luogo dell’esilio di Napoleone, custode di grotte preistoriche, fortezze borboniche e altre di epoca etrusca. Tutto questo e molto altro è Elba.

 

Isola d'Elba

Ecoturismo

Quest’anno la Toscana si è aggiudicata gli Oscar dell’ecoturismo assegnati da Legambiente, che ha premiato le strutture ricettive che si sono distinte per la loro gestione dell’ambiente. La maggior parte di esse è presente nel territorio dell’isola d’Elba. Gli eco-alberghi Elbani si sono impegnati nella promozione di interventi di tutela e valorizzazione dell’ecosistema costiero. Avrete, dunque, una vasta scelta di strutture eco-friendly per la vostra vacanza all’isola d’Elba. 

 

È una meta a cui ho sempre puntato, proprio perché immersa in paesaggi naturali di estrema bellezza che non hanno nulla da invidiare ai Caraibi.

Il mio approccio con questa isola è avvenuto quando ero bambina, dove ho trascorso un breve weekend con la mia famiglia. Sono poi tornata di passaggio nel 2013, mentre ero diretta in Corsica e il traghetto ha fatto scalo a Portoferraio. 

 

Portoferraio

Isola d’Elba spiagge

L’isola vanta oltre 150 spiagge di eccezionale varietà. Si alternano lunghi arenili di sabbia fine e dorata, spiagge di sabbia scura e dura, poi ancora calette di ghiaia o ciottoli bianchissimi e scogliere candide e lisce. Baie racchiuse fra le imponenti pareti di rocce granitiche. I paesaggi che si affacciano sul mare sono vari e nessuno di loro delude. Le spiagge dell’isola d’Elba sono tutte libere e servite da stabilimenti balneari attrezzati con sdraio e ombrelloni.  

Ecco la lista di dieci spiagge che ho stilato.

 

  • Scaglieri: a pochi km dal capoluogo Portoferraio, Scaglieri è un spiaggia di sabbia. Da qui si possono godere magnifici tramonti con l’isola di Capraia all’orizzonte. La spiaggia è libera, ma servita da stabilimenti e bar attrezzati con ombrelloni e sdraio.
  • Padulella: 170 metri di spiaggia di ciottoli bianchi e mare con sfumature turchesi. Questa è una spiaggia senz’altro meno affollata delle altre, che ripaga con acque cristalline la lunga camminata che bisogna fare dal parcheggio.
  • Sansone: una spiaggia di sassolini bianchi riparata dalla scogliera. Anche qui c’è da camminare un po’ prima di arrivare. Si procede attraverso un sentiero un po’ impervio (sconsigliato agli anziani e ai bambini), però le acque limpidissime rendono questo luogo un vero angolo di paradiso.
  • Acquarili: è un arenile costituito da ciottoli neri, un tratto di duecento metri incastonato fra due promotori. La bellezza di questa spiaggia risiede nel suo aspetto selvaggio e nell’essere poco frequentata dai turisti.
  • Fetovaia: è senz’altro una delle più famose. Un’ampia spiaggia di sabbia nel comune di Campo nell’Elba, caratterizzata da acque caraibiche.
  • Istia: è circondata da una pineta, che la ripara dal sole cocente. Anche questa è difficilmente raggiungibile e per questo gode di calma ed è poco frequentata poiché mancano servizi.
  • Patresi: la spiaggia si apre sul mare e il suo fondale si adatta agli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Nelle giornate serene si può distinguere la Corsica all’orizzonte.
  • Felciaio: costa frastagliata che si apre in piccole spiaggette, qui si alternano sassi, sabbia e scogli. Il suo aspetto selvaggio è molto apprezzato dai turisti.
  • Cala dei Frati: questa spiaggia è raggiungibile a nuoto o in barca, oltre la spiaggia delle Ghiaie. Costituita da ghiaia bianca che dona sfumature turchesi all’acqua. È senz’altro una delle più affascinanti spiagge dell’isola d’Elba e per questa una delle più amate.
  • Nisportino: Qui, assieme alla sabbia e ai ciottoli, si mescolano i residui di posidonie (un’alga), conferendole un aspetto decisamente selvaggio. Una delle spiagge più tranquille dell’isola d’Elba.

L’isola si visita in un’ora con l’auto.  

 

scorcio Isola d'Elba

 

tramonto all'isola d'Elba

 

scorcio dell'isola d'Elba

Escursioni

Elba non è solo mare, ma anche esplorazioni. Ecco due interessanti escursioni che potrete fare all’isola d’Elba.

Segnalo che nei pressi di Marciana, in località La Conca, è situato il Sentiero dei Profumi nel bosco, già il suo nome è molto significativo. Si tratta di un museo a cielo aperto (Art in to the park), che rientra nel bellissimo progetto denominato Isola Etica. Un percorso dove natura e arte si fondono. Nel parco si trovano opere realizzate con materiali naturali, perfettamente integrate nel paesaggio; si tratta di sculture di legno e pietra a forma di drago, dinosauri, folletti, tartarughe e altre forme che si fondono armoniosamente nell’ambiente.

Il Parco Minerario dell’Isola d’Elba rappresenta un’opera di recupero e di valorizzazione ambientale delle aree degradate dall’estrazione del ferro. La visita inizia dal Museo, dove è possibile ammirare campioni minerali, vecchi macchinari, una piccola ricostruzione di ingressi di miniera e abitazioni di minatori. Sarà possibile, dunque, ripercorrere un po’ la storia della mineralogia e della geologia che caratterizzano la storia dell’attività di questa piccola isola dell’arcipelago toscano.

Dopo il Museo, il viaggio nel mondo dei minerali prosegue con l’escursione guidata, a piedi o a bordo del caratteristico trenino, attraverso i paesaggi lunari delle miniere del piccolo borgo di Rio Marina.

Durante il percorso c’è una registrazione che fornisce informazioni sull’attività estrattiva di pirite ed ematite e della storia dell’Elba. Un panorama affascinante che declina nelle sfumature scintillanti dell’oro della pirite. A metà percorso c’è una sosta: si scende dal trenino e tutti vengono muniti di martello e si parte alla ricerca di un piccolo tesoro da portare a casa. Divertente, soprattutto per i più piccoli.

Per maggiori informazioni su orari, tariffe e attività offerte, visitate il sito del parco.

 

vacanza all'isola d'Elba

 

Come arrivare sull’isola d’Elba

Si può raggiungere l’isola d’Elba con il traghetto, partendo da Piombino e attraccando a Portoferraio, capoluogo dell’isola. Sono solo 10 i km che la separano dalla costa e lo spostamento richiede circa un’ora.

Qui trovate tutti i traghetti per l’Isola d’Elba e le migliori offerte a confronto delle quattro compagnie che operano su questa tratta. Potete prenotare direttamente online.

Se vi spostate in treno, dovrete arrivare a Piombino e poi imbarcarvi. Gli altri due porti sono Rio Marina e Cavo.

È possibile anche raggiungere l’isola con l’aereo. L’aeroporto si trova a La Pila ed è collegato con le principali città italiane e straniere.

 

 

 

 

 


Ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo con i tuoi amici! 

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

YOU MIGHT ALSO LIKE

dormire in una yurta
Glamping in Toscana: dormire in una yurta in Maremma
October 04, 2017
veduta di Pitigliano
Una giornata fra i borghi del tufo: Pitigliano, Sovana e Sorano
September 01, 2017
borgo di Monteriggioni
Una giornata a Monteriggioni: itinerario nelle colline del Chianti
September 29, 2016
Val d'Orcia
Itinerario di 3 giorni fra Valdichiana e Val d’Orcia
September 06, 2016
cammino di San Benedetto
Alla scoperta del cammino di San Benedetto
August 12, 2016
isola-di-Ponza-4
3 escursioni da fare all’isola di Ponza
July 12, 2016
giardino di Boboli
Giardino di Boboli: scorci e panorami di Firenze
May 20, 2016
terme di Saturnia
Weekend #vinoeterme: sorgenti termali, sapori e borghi.
March 30, 2016
viaggi antistress nella natura
Viaggi antistress. Ecco come rigenerarsi con l’eco-terapia.
March 04, 2016

3 Comments

In viaggio con Ermanno
Reply giugno 6, 2016

Ciao Eliana, ho scoperto da poco il tuo travel blog cercando info sull'Isola d'Elba, a noi piacerebbe raggiungerla con il nostro minivan così da avere più libertà per esplorarla. Che ne pensi? Troppo piccola o può essere una buona idea? (Calcola che in questo modo abbiamo non solo un mezzo ma un posto dove dormire e mangiare!)

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply giugno 6, 2016

    L'isola è piccolina, con l'auto si visita in un'ora e mezza. Comunque è un'ottima meta, in cui potete alternare mare e trekking nei parchi. Quella del mini van è un'ottima idea. L'isola d'Elba non è economica, quindi questo vi consentirebbe di risparmiare.
    Poi se vai fammi sapere se ti è piaciuta :)

Lucrezia & Stefano - in world's shoes
Reply giugno 9, 2016

Quanto è bella l'isola d'Elba?!? Il mio primo viaggio con la scuola, in terza media. La prima volta completamente sola senza genitori! 3 giorni fantastici, in riva al mare. Questa isola mi è rimasta nel cuore incredibilmente <3

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *