Zhujiajiao: villaggio sull’acqua


Meta ambita da chi desidera spezzare i ritmi frenetici della città,  Zhujiajiao è un pittoresco e grazioso villaggio sull’acqua con casupole bianche, a volte fatiscenti, con i tetti scuri in cotto brunito. I vicoli si diramano lungo i corsi d’acqua, fornendo incantevoli scenari e scorci suggestivi. Tutt’oggi questo piccolo centro conserva il fascino tipico della Cina del passato.

L’aggettivo ‘piccolo’ in Cina perde i connotati cui siamo abituati, infatti questa località ha ben 60.000 abitanti, ma nel centro vecchio si respira la cultura tradizionale, qui sembra che il tempo si sia fermato.

Questo tipo di gita si addice a tutti coloro che, come me, non sono fan delle metropoli moderne, – troppo affollate e caotiche, – e preferiscono gli spazi verdi e l’architettura tradizionale. Vi calerete dunque in una cornice romantica, lasciandovi alle spalle il paesaggio urbanistico e selvaggio della moderna Shanghai, che stride violentemente con le antiche architetture del luogo.

barchette cinesi

canali d'acqua

canali

pescatori

Zhujiajiao si trova a 40 km dalla metropoli e ci si arriva comodamente con i mezzi di trasporto in un’oretta. Potete chiedere istruzioni al centro informazioni turistiche sul Bund. Il villaggio è uno dei luoghi più caratteristici dei dintorni di Shanghai.

L’accesso al centro è a pagamento e i costi vanno dai €3 agli €8, a seconda delle attrazioni che si decide di includere.

Il villaggio si può visitare a piedi o su una delle tante barchette di legno che solcano placidamente i canali, da cui potrete ammirare i rami frondosi dei salici che si allungano pigramente sulla superficie dell’acqua.

I canali sono fiancheggiati su entrambi i lati dalle verande aperte delle casette, stipate addosso a negozietti di souvenir (potrete davvero sbizzarrirvi) e ristorantini dove potrete mangiare cibo locale a pochi yuan, ma non sempre di ottima qualità. Se non vi fidate è meglio che vi portiate il pranzo al sacco.

canale d'acqua

barche sul canale

donna che lava nel canale

canali del villaggio

Vi consiglio di avere sempre contanti con voi, spesso in Cina non è possibile pagare con carta, se non nei centri commerciali o nei negozi delle grandi catene.

Vi raccomando caldamente di evitare i weekend: attrazioni di questo genere attraggono orde di cinesi e, quella che dovrebbe essere una gradevole gita fuori porta, potrebbe rivelarsi l’opposto.

Qui troverete un mix di sapori e profumi unici, pregni degli odori delle spezie tipiche della cucina cinese.

In questo villaggio caratteristico si respira semplicità. Storcerete il naso nello scorgere le donne lavare panni nell’acqua del canale e osserverete con ribrezzo magari lo street food sulle bancarelle. Tutto questo per me è sinonimo di Asia e non l’amerei così tanto se fosse diversa, se vi trovassi l’ordine e la pulizia della nostra Europa.

bancarella con street food

Questo luogo vi fornirà uno spaccato di Cina antica, caratterizzata da miriadi di casette, botteghe con prodotti d’artigianato locale, musiche deliziose che si sollevano dai negozietti turistici e vi avvolgeranno in un’altra dimensione. 

Scegliete una tranquilla sala da tè e gustatevi una bevanda calda mentre osservate il via vai di gente che scorre lungo le viuzze. 

Il villaggio, inoltre, è caratteristico per la presenza di 36 ponti di pietra in stile Ming, che collegano fra loro i vari isolotti. Il più importante fra questi è Fangsheng, lungo 70m e alto 5,8m. Poggia su cinque archi e la sua costruzione risale al 1812. È spesso luogo di shooting fotografici, come quello della coppia nella foto di sotto. Il miglior modo per ammirare questi ponti è dall’acqua.

ponte Fangshen

coppia cinese

edifici cinesi

Una giornata per visitare Zhujiajiao è sufficiente. Se vi trovate nei pressi di Shanghai e avete altri giorni a disposizione, vi consiglio vivamente Hangzhou, un meraviglioso connubio di pagode, colline verdeggianti e campi di tè. Ne ho parlato qui.

 

 

 

 


ti piaciuto questo articolo? Allora metti mi piace 😛

E condividilo con i tuoi amici!

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

YOU MIGHT ALSO LIKE

monasteri delle Meteore
Monasteri delle Meteore: un viaggio spirituale nella natura
April 19, 2016
scorci e spiagge da vedere ad Amalfi in un giorno
Cosa vedere ad Amalfi in un giorno
April 12, 2016
Marsaxlokk
Cosa fare tre giorni a Malta in inverno
February 05, 2016
Golfo dei Poeti
Viaggio sulle tracce di Lord Byron
January 17, 2016
pagoda su acqua
Gita a Suzhou: cosa vedere nella Venezia d’Oriente
January 12, 2016
viaggiatrice solitaria osserva tramonto sul mare
Riflessione di fine anno di una viaggiatrice solitaria
December 29, 2015
famiglia cinese
7 buone abitudini cinesi
September 22, 2015
donne cinesi con cappello per ripararsi dal sole
Stranezze e avventure in Cina
September 18, 2015
muraglia cinese
Come ho superato le mie paure in Cina
September 15, 2015

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *