Come risparmiare per viaggiare di più


Come risparmiare per viaggiare di più?

Penso che ognuno di noi si sia posto questa domanda almeno una volta nella vita. Questa non è la guida del secolo, ma se siete di quelle persone per cui viaggiare è un bisogno primario, allora troverete dei suggerimenti utili e, se già li state mettendo in pratica, spero sarà comunque piacevole per voi sapere che non siete soli in questo percorso.

Ecco dunque la mia personale lista di consigli che attuo ogni singolo giorno della mia vita per accrescere il mio ‘fondo viaggi‘. Risparmiare per viaggiare non significa fare vita da reclusi o non concedersi alcuni piaceri, ma ponderare le spese in maniera responsabile e non farsi affliggere dal consumismo che dilaga nella nostra società.

Si tratta di fare una lista di priorità ed eliminare tutto ciò che è superfluo. Io da sempre preferisco investire in esperienze, piuttosto che in beni materiali e rinunciare a certe cose non è affatto un sacrificio per me.

Tengo a precisare che, se ovviamente attuate già questi suggerimenti per motivi che esulano dal bisogno di creare un fondo per i viaggi, questo tipo di discorso decade automaticamente.

Ed ecco dunque i miei ‘trucchetti’.

 

#1 Ho un vecchio Iphone e, nonostante la Apple sforni nuovi cellulari ogni anno, io riesco a non farmi incatenare dal bisogno di un telefono di ultima generazione. Lo terrò finché durerà (ed è abbastanza complicato resistere quando voglio scaricare una nuova applicazione e Ios mi ricorda che devo avere l’ultima versione). Mi faccio bastare quello che già ho e, ogni volta che sono in procinto di cedere, comincio a elencare i paesi che sono nella mia bucket list.

Soldi risparmiati? €300, forse anche di più se parliamo di ultimi modelli.

 

#2 Ho un conto bancario con 0 spese di gestione, questo finché non compirò 30 anni, poi negozierò le spese annuali o mi sposterò verso un altro istituto di credito.

 

#3 Acquisto prodotti con poco packaging. Spesso non riflettiamo su questo aspetto, ma le confezioni incidono molto sul prezzo finale di un prodotto. L’ideale sarebbe acquistare prodotti alla spina o sfusi.

 

#4 Faccio colazione sempre a casa. Sono un’amante delle colazioni abbondanti, mi piacerebbe passare tutte le mattine al forno ad acquistare brioche appena sfornate, ma per risparmiare mi accontento di colazioni casalinghe.

Risparmio? Calcoliamo €1 al giorno per 365 giorni?

 

#5 Risparmio sul parrucchiere. Opto ogni sei mesi per un taglio, che mi fa mio fratello (no, non è un parrucchiere) e, avendo la fortuna di averli molto mossi, in caso di errori, riesco a mascherare bene. Non ho bisogno di messe in pieghe, li lascio sempre al naturale e risparmio anche sul costo della piastra. Dalle mie parti taglio + messa in piega costano €25. Facciamo per 12 mesi l’anno? Avete risparmiato €300.

 

#6 Ho imparato ad uscire con i soldi contati e a sfilare dal portafogli la carta di credito, giusto per evitare di cedere alle tentazioni, non ne sono immune, lo ammetto.

 

#7 Ho una tariffa telefonica molto conveniente e spesso il mio gestore mi regala il 10% su ogni nuova ricarica e a fine anno risparmio il costo di una ricarica. Non tantissimo, certo, ma con €20 posso acquistare un biglietto del treno per una città dell’Umbria o della Toscana o un volo Ryanair nei periodi super scontati (il volo per Bucarest di domani l’ho pagato €30).

 

#8 Non guardo mai la televisione, quindi non ho bisogno di Sky, Mediaset Premium ecc. Vado al cinema solo quando ne vale veramente la pena. Se un film non mi ispira al 100%, preferisco guardarlo in streaming, piuttosto che buttare €10, che potrebbe essere il costo del gas per un viaggio A/R per andare a visitare un borgo nella mia regione.

 

#9 Sono molto attenta alla mia alimentazione ed evito junk food e dolciumi industriali, prediligendo quelli fatti in casa, frutta e verdure che posso acquistare direttamente al mercato dai produttori. Facendo così, non solo acquisto prodotti a km 0, ma il costo è minore, in quanto i prodotti che si trovano al supermercato hanno una filiera più lunga. 

 

#10 Mi sposto esclusivamente con i mezzi di trasporto pubblici e in estate in bicicletta. Soldi risparmiati? Tantissimi! Chi possiede una macchina sa quanto costa ogni anno.

 

Da qualche mese faccio parte del gruppo Facebook Viaggiodasolaperché, che riunisce donne che hanno in comune una passione, quella per i viaggi. Non importa che siano fidanzate, sposate o single, l’amore e la curiosità di scoprire nuovi paesi e culture le accompagna e spesso le porta a viaggiare da sole. Alcune ne hanno fatto una filosofia di vita, altre cercano semplicemente il supporto di donne che le hanno precedute nell’esperienza di viaggio in solitaria.

Tempo fa ho chiesto alle iscritte quali fossero gli stratagemmi che attuano per risparmiare per viaggiare di più e più a lungo, proprio per confrontarmi con altre viaggiatrici, e ne è nata una piacevole discussione, dove ognuna ha elencato le personali tecniche di risparmio, in cui mi sono ritrovata pienamente. Mi hanno fatto sentire meno sola e strana, perché spesso chi ci circonda non condivide o non comprende uno stile di vita diverso dal proprio.

Ecco dunque le tecniche di cinque donne e travel blogger che sono in modalità risparmio tutto l’anno per poter viaggiare di più.

 

Valentina Chendi: “Prendo in prestito i libri in biblioteca e quando non posso permettermi un viaggio a cui tengo molto (come mi è successo per l’America Latina) cerco una borsa di studio o campi di volontariato economici per ammortizzare i costi del soggiorno.”

 

Elena MazzeschiL’aver smesso di accumulare cose mi fa sentire più libera. Ho fatto rottamare l’auto e ora mi sposto a piedi, in bici o con i mezzi pubblici. Faccio attenzione a ciò che compro (per lo più anche io prodotti a km 0) e le uscite con gli amici sono sempre più frequentemente passeggiate o chiacchierate all’aria aperta, che giri per locali vari (e ci ha guadagnato anche la qualità della vita). Devo dire che ormai quasi tutto viene da me calcolato in “valuta viaggi”

 

Eli Sunday Sibayi, che ultimamente ha vissuto in India, ci dice: “Io per risparmiare per i miei viaggi, non ceno fuori, non faccio acquisti pazzi e inutilissimi. Leggo, scrivo, mi rilasso, passeggio, vivo delle scarpe che ho nell’armadio da anni e poi parto con i soldi risparmiati.”  

 

Dana Donato: “Per risparmiare per viaggiare faccio attenzione ad alcuni dettagli: ho eliminato le spese superflue, prima di comprare qualcosa mi chiedo sempre se mi serva veramente e se dopo averla comprata la userò o la accantonerò in un angolo. Amo l’essenzialità e non accumulo oggetti. Ora mi sento molto più leggera e ho spostato le mie priorità dalle cose materiali ai più importanti rapporti personali. Coltivo le mie amicizie senza spendere un capitale in aperitivi, ma condividendo i nostri interessi. La mia tecnica preferita per risparmiare? Darmi un budget mensile da spendere e uno da non spendere e da accumulare ogni mese, con un margine per entrambi, funziona!

 

E voi quali di questi suggerimenti state già applicando? Ne avete da consigliare altri? 

 

 

 


Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti mi piace 😛

 

E condividilo con i tuoi amici!

Eliana Lazzareschi Belloni
About me

Scrittrice, web content writer, viaggiatrice. Viaggio con il corpo, la mente e lo spirito. Adoro la natura, i suoi colori e i suoi profumi. Mi piace leggere, ascoltare e immaginare.

YOU MIGHT ALSO LIKE

viaggio-low-cost-in-europa-imm-evidenza
5 idee per un viaggio low cost in Europa
November 18, 2016
regalo su planisfero
10 idee regalo per chi ama viaggiare
December 15, 2015
fiore di loto
4 cose che i viaggi insegnano sull’amore
November 06, 2015
vacanza-low-cost-in-corsica
Vacanza low cost in Corsica ad agosto? Si può!
August 04, 2015
in bici
Smettete di accumulare beni materiali, viaggiate!
July 10, 2015

12 Comments

erika
Reply novembre 13, 2015

Ciao Eliana, è sempre bello leggere gli articoli del tuo blog!
Io non è che viaggi molto per piacere, anzi posso dirti per niente(anche se non mi dispiacerebbe affatto). I mezzi purtroppo ancora non me lo permettono, ma non mi dò per vinta, non mi abbatto più come un tempo.
Vista la mia situazione economica ed il luogo dove vivo(Parigi è carissima), tendo a togliermi i miei sfizietti, come no. Però ho un Nokia semi-distrutto di una decina di anni fa che va benissimo con la scheda francese :) e quando lo tiro fuori in metro le persone mi guardano, ma anch'io son fiera della mia tecnologia "arretrata".
Invece di andare al bar come mi poteva capitare in Italia, i soldini me li tengo e con loro faccio spesa al biologico, e sono felice lo stesso. Cerco di comprare a Km 0(ad esempio qui si trova la quinoa francese) e ultimamente gironzolo per i negozietti di vestiti vintage(ho trovato un mantello stupendo per meno di 45 euro), anche se tutt'ora mi capita di indossare cose risalenti a più di 10 anni fa. Un tempo ero più cicciottella(junk food ringrazia), ma ora che ho messo la testa a posto, posso indossare cose che quando avevo 16 anni non mi andavano. Prima mi capitava di fare acquisti pensando che un giorno li avrei potuti usare...ed infine così è stato!! che ridere!
Grazie ancora per aver reso pubbliche le tue esperienze; è sempre interessante e divertente leggerle!
Complimenti e tanti auguri ancora per i tuoi viaggi e tutto il resto :)
Baci baci
Erika V.

Ps. non vedo l'ora che scrivi la tua sul castello di Dracula!! :) :)

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply novembre 18, 2015

    Ciao Erika, finalmente trovo il tempo per risponderti. Grazie a te per leggere ciò che scrivo e per i tuoi bei commenti. Sono sempre di incoraggiamento :) Condivido pienamente il tuo stile di vita e quando si comincia a dare priorità all'essenziale e meno alle cose futili, ci si libera da quel circolo vizioso in cui il moderno marketing ci vuole spingere e capiamo realmente l'importanza delle cose.
    Grazie per aver condiviso qui la tua esperienza, sono sicura sarà di ispirazione anche per gli altri lettori.
    Un abbraccio

    p.s. a breve pubblicherò le foto del castello di Bran e ne parlerò :)

Diletta
Reply dicembre 15, 2015

Ciao! Vedo che siamo simili in molti punti :)
Anche io vado pochissimo dal parrucchiere (forse due volte l'anno... forse!), se sto nei dintorni esco praticamente sempre con i soldi contati e senza bancomat (che a volte può essere un disagio se c'è un imprevisto, questo va ammesso!), conto in banca a costo 0, telefono Samsung non di ultima generazione (e tra l'altro me l'hanno pure regalato!), niente Sky o tv...
Felice di aver trovato una compagna, visto che in tanti non capiscono quando dico che "rinuncio" (che poi non è una rinuncia in realtà, sono cose che non mi interessano proprio!) a tutto questo e ad altre cose superflue per amore dei viaggi :)

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply dicembre 15, 2015

    Ciao Diletta, grazie per essere passata di qui :)
    Anche a me il telefono l'hanno regalato, mi scoccia proprio spendere tutti quei soldi, quando potrei benissimo farci un viaggio.
    Felice di farti compagnia!
    A presto :)

Elisa
Reply gennaio 8, 2016

Io vado dal parrucchiere due volte l'anno, non cambio cellulare ogni mese e poche volte mi concedo cene fuori. In piú..controllo sempre le offerte dei voli. Risparmiare si puó, basta aguzzare la vista!

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply gennaio 8, 2016

    Esattamente Elisa e, soprattutto, basta volerlo.
    Che bello sapere che siamo in tanti a fare questo tipo di scelte per soddisfare la nostra sete di viaggi.

Francesca
Reply gennaio 1, 2017

Ciao! Ho letto tutti i punti che hai scritto e concordo in pieno! Anche io vado dal parrucchiere solo due volte all'anno e cerco di risparmiare molto sui vestiti. Anzi a tal proposito aggiungo ancora un punto: visto che ultimamente ci sono sempre più mercatini dell'usato e molti siti internet per vendere roba usata,anche vendere abiti che non indossiamo più ci fa' guadagnare qualcosina!

Insomma se non uso più un vestito per due anni consegutivi vuol dire che non mi serve neanche l'anno dopo e che ci posso ricavare qualcosa ;)

Anche io sono iscritta a "Viaggiodasolaperche' " e devo dire che si trovano veramente tanti consigli utili su questo argomento,oltre che aiuto e consigli generali

    Eliana Lazzareschi Belloni
    Reply gennaio 4, 2017

    Ciao Francesca, ti ringrazio. Ti andrebbe di darmi i nomi di questi siti, così da aggiungere questo tuo suggerimento all'interno dell'articolo?
    Grazie mille! :)

      Francesca
      Reply gennaio 5, 2017

      Eccomi! Allora in internet io avevo trovato il sito www.svuotarmadio.it ,molto intuitivo o anche depop,che,se non mi sbaglio è anche un' app sul cellulare. Oltre a questi nella mia città ci sono i mercatini dell'usato che vendono e di logica acquistano di tutto,compresi i vestiti. Quindi basta una ricerca su google per trovare un mercatino dell'usato della propria città. Adesso ne stanno crescendo sempre di più. Unica pecca è che si prendono la percentuale,a volte del 50%

      Adesso che ci sono..ti volevo anche chiedere alcune cose riguardo al tuo articolo dei viaggi del 2016

        Eliana Lazzareschi Belloni
        Reply gennaio 7, 2017

        Grazie per il sito Francesca, sei stata gentilissima.
        Chiedimi pure :)

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *